Nel 1490 fu pubblicato a Venezia, sotto il nome di un ignoto Girolamo Capiduro, un In Rhetorica ad Herennium commentarium che godette di un notevole successo e di numerose ristampe. Attraverso l'analisi del testo, si intende dimostrare come esso sia in realtà il recupero di un commentario di Giorgio Valla, composto al tempo in cui questi insegnava Retorica a Pavia. Girolamo Capiduro è dunque uno pseudonimo che l'umanista Giorgio Valla, allora insegnante di Retorica presso la Scuola veneziana di San Marco, usò per la stampa della sua opera giovanile; opera con la quale egli tentò di rispondere a quella corrente di pensiero che proprio in quegli anni aveva iniziato a mettere in dubbio la paternità ciceroniana del trattato.

This content is only available via PDF.